Uniamoci in una Lista Civica per Roma
Da Monica Lozzi:
Lettera aperta ai “Resistenti” – Uniamoci!
Una vita fa c’era chi diceva che il cambiamento culturale fosse possibile, che le persone e il loro benessere potessero tornare ad essere al centro dell’azione politica, che la politica avrebbe recuperato la dignità che la dovrebbe contraddistinguere.
Ci siamo uniti, abbiamo creduto che l’impegno di ognuno fosse indispensabile per ritornare ad essere un grande popolo, ma poi gli interessi personali hanno preso il posto di quelli collettivi, ci hanno messo gli uni contro gli altri per renderci deboli, hanno annichilito la nostra voglia di cambiamento ed hanno spento le nostre menti…
Oggi si parla di altissimi profili, di senso di responsabilità, ma l’unico senso di responsabilità è quello che punta a salvare la vita delle persone e non le banche.
Si attendono come “la manna dal cielo” i fondi dall’Europa ma nel mentre le aziende chiudono, i lavoratori perdono il loro posto e le famiglie cercano di sopravvivere.
Purtroppo è tornato il tempo della Restaurazione ma è in questi momenti difficili e assurdi, che chi resiste fa la differenza.
Chi ha il coraggio di non arrendersi anche se la delusione è devastante è l’unica speranza per questo Paese.
Il cambiamento avviene nella vita quotidiana, tornando ad essere comunità, mettendoci in gioco in prima persona, uniti per difendere i nostri diritti, le nostre famiglie, le nostre città.
La differenza non la fanno i simboli ma le idee e le persone che le portano avanti con costanza, competenza e coraggio.
Spaventa tutti ripartire da zero lo so, ma è quello in cui puntano i restauratori, sperano nella nostra resa, nella nostra rassegnazione, ma noi resistenti non molliamo e ripartiamo con le nostre battaglie dai territori, perché una politica diversa è possibile, perché il cambiamento è lento, faticoso ma può essere inesorabile!
Per i resistenti, per chi come noi non vuole arrendersi la Revoluzione può partire da Roma.
Non farti mettere all’angolo e partecipa!
Unisciti a noi!
Ti aspettiamo in REvoluzione Civica.